PENSIONI: DAMIANO, “GENTILONI CONSIDERI CALO ASPETTATIVA VITA”

(ANSA) – ROMA, 23 SET – Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha dichiarato che sul tema delle pensioni, sollevato dai sindacati e in Parlamento, bisogna tenere conto delle ‘cifre globali’ e aver chiaro ‘quali sono i confini’. Tradotto, Gentiloni ha voluto dire che il Governo è aperto alla discussione, ma che le risorse sono scarse. Poiché riteniamo che il tema dell’innalzamento dell’età pensionabile debba essere affrontato prima della fine della legislatura, possibilmente nella legge di Bilancio, suggeriamo al Premier alcune possibili soluzioni”. Lo afferma Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera. “Intanto – prosegue – occorre non farsi fuorviare dalle dichiarazioni allarmistiche del Presidente dell’INPS che ha parlato di un costo di 141 miliardi nel caso di un intervento sull’età pensionabile. Una cifra sparata a freddo nel dibattito, in modo terroristico, senza sapere se si stesse parlando di un blocco per tutti e per sempre del meccanismo di innalzamento dell’età pensionabile, o di una sua semplice rimodulazione, o di un suo rallentamento. Le proposte che facciamo a Gentiloni sono semplici: considerare il calo dell’aspettativa di vita, registrato inaspettatamente nel 2015, che pare confermato per il 2017, al fine di limitare la prevista crescita di 5 mesi che porterebbe il momento della pensione di vecchiaia dagli attuali 66 anni e 7 mesi a 67 anni. La seconda ipotesi – spiega Damiano – ancora più semplice e a costo zero, è quella di rimandare al 2018 la decisione, che dovrebbe invece avvenire entro la fine di quest’anno attraverso una semplice Direttiva amministrativa, per avere il tempo di esaminare il funzionamento di un meccanismo che non contemplava il calo della aspettativa di vita”. “Si può fare perché l’innalzamento dell’età della pensione decorrerà comunque dal 2019”.




PD: BOLOGNA, SEI PARLAMENTARI PER AREA “LABURISTI E.ROMAGNA”

(AGI) – Bologna, 22 set. – “L’Emilia-Romagna è una regione laburista per definizione, qui lavoro e cittadinanza sono concetti inscindibili e la cooperazione tra istituzioni e parti sociali un tratto essenziale della nostra comunità”. Così il deputato Davide Baruffi promotore in Emilia-Romagna – con i colleghi Antonella Incerti, Patrizia Maestri, Daniele Montroni, Alberto Pagani e Giuseppe Romanin – dell’area ‘Laburisti PD”, che fa capo al presidente della Commissione Lavoro di Montecitorio Cesare Damiano. La presentazione in via Rivani, presente Cesare Damiano che ha voluto ricordare come “la prossima legge di Bilancio rappresenta un passaggio fondamentale. Ci batteremo – ha spiegato Damiano – per far prevalere scelte orientate alla crescita, al lavoro e al welfare” con l’occhio rivolto ai 150 tavoli di crisi ancora aperti.
“L’area si sta costituendo in tutte le regioni e in tutte le province italiane” – ha spiegato Davide Baruffi, portavoce regionale dell’area – “Intorno a Cesare Damiano si è radunato un nutrito gruppo di parlamentari che condivide la necessità di rimettere al centro dell’iniziativa del Pd e dell’agenda del Governo il lavoro attraverso una piattaforma sociale per il Paese. Non a caso – ha concluso Baruffi – in Emilia-Romagna hanno risposto all’appello ben sei parlamentari, tra cui i tre deputati che siedono nella Commissione Lavoro (il modenese Davide Baruffi, la reggiana Antonella Incerti e la parmense Patrizia Maestri) e i loro colleghi che in Parlamento si occupano di Attività produttive, Agricoltura e Infrastrutture (rispettivamente l’imolese Daniele Montroni, il parmigiano Giuseppe Romanini, il ravennate Alberto Pagani), uniti dalla volontà di rafforzare l’anima ‘laburista’ del Partito democratico”. (AGI)



EQUO COMPENSO: DAMIANO, SI FACCIA PASSO AVANTI NEL LAVORO AUTONOMO

(9Colonne) Roma, 21 set – “La discussione in corso sul tema dell’equo compenso alla Commissione Lavoro del Senato deve far compiere un altro passo avanti al mondo del lavoro autonomo e dei liberi professionisti, dopo la recente approvazione dello Statuto del lavoro autonomo (detto anche Jobs Act) che ha consentito, per la prima volta, di prevedere per queste attività importanti tutele: maternità, malattia, deducibilità delle spese di formazione ecc. Vogliamo sottolineare due concetti fondamentali: il primo è impedire, per il futuro, che nelle pubbliche amministrazioni vengano banditi appalti che prevedono ‘zero remunerazione’ alle prestazioni libero-professionali e autonome”. Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera. “Capita – spiega – agli architetti e agli ingegneri e a molte altre professioni: siamo ormai arrivati al lavoro gratuito. Fissare dei livelli minimi inderogabili, a partire dalla Pubblica Amministrazione, diventa una scelta indispensabile per garantire una remunerazione dignitosa e un lavoro di qualità. Il secondo punto è quello relativo al campo di applicazione di una normativa di equo compenso: a nostro avviso non può riguardare soltanto gli Ordini, ma deve anche coinvolgere il mondo del lavoro autonomo. Per definire l’equo compenso, proponiamo di utilizzare per il lavoro autonomo il tavolo già previsto dalla legge 81 del 2017”. “Il nostro compito è quello di restituire al lavoro, autonomo e dipendente, il giusto livello di tutele e dignità che purtroppo è stato messo in discussione da una filosofia malata di concorrenza, che si è basata esclusivamente sulla logica del massimo ribasso di tutele, salari e tariffe”, conclude.


LAVORO. SUMMER SCHOOL CON DAMIANO, ORLANDO, POLETTI, FEDELI E CAMUSSO

(DIRE) Roma, 21 set. – L’Associazione Lavoro&Welfare, presieduta dall’on. Cesare Damiano, organizza, in collaborazione con la Fondazione Radici della sinistra Cesena, la V edizione della Summer School “(e)Labora: lavoro, innovazione, equità” il 22 – 23 e 24 settembre a Cesenatico, presso il Museo della Marineria. Il tema scelto per la tre giorni è “Vivere nel futuro: l’umanesimo del lavoro”, che si sviluppera’ in sessioni mattutine e pomeridiane, affrontando argomenti diversi fra i quali i giovani e la previdenza, la Gig Economy, il lavoro autonomo, l’industria 4.0, l’alternanza scuola-lavoro e la prossima legge di Bilancio. Venerdì 22 settembre, alle ore 18, presso la sala Convegni del Palazzo del Turismo, dopo i saluti istituzionali ai quali prenderanno parte l’on. Giovanni Battafarano, segretario dell’Associazione Lavoro&Welfare, l’on. Sandro Brandolini, Fondazione Radici della sinistra, il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli e gli onorevoli Alberto Pagani ed Enzo Lattuca, aprirà i lavori della Summer School il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando. Nei giorni a seguire è prevista la presenza, in qualità di relatori, di esponenti del mondo politico, del mondo universitario e del mondo dei media, insieme a diverse testimonianze del mondo del lavoro e delle associazioni. Tra questi il Presidente della Commissione Lavoro alla Camera Cesare Damiano, il Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, la Ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, la segretaria generale della CGIL, Susanna Camusso, gli onorevoli Patrizia Maestri, Davide Baruffi, Antonella Incerti, Miriam Cominelli e Maria Luisa Gnecchi, il segretario della UIL Guglielmo Loy, la Presidente dei Consulenti del Lavoro Marina Calderone, il Presidente del CNEL Tiziano Treu e dell’INAPP Stefano Sacchi. “L’attività di formazione politica è l’obiettivo principale della nostra Associazione. La diffusione della cultura del lavoro resta uno strumento prezioso per superare le difficoltà e le disuguaglianze sociali che l’attuale situazione di crisi ci pone di fronte ogni giorno” dichiara Cesare Damiano. “Ogni anno proviamo a dedicare i giorni della summer school a una riflessione politica, economica e lavoristica confrontandoci con gli esperti della materia per provare anche noi a proporre il nostro contributo alla discussione. Ad oggi abbiamo superato le 150 iscrizioni: in questi tempi di sfiducia nella politica per noi è davvero un importante risultato.” I lavori potranno essere seguiti anche attraverso la diretta Twitter #FormazioneLW e la diretta Facebook sulla pagina dell’Associazione.

Clicca per leggere il programma della Summer School