LAVORO: DAMIANO, BENE POLETTI SU INCENTIVI STRUTTURALI

(ANSA) – ROMA, 1 AGO – “Sul tema del lavoro la legge di Bilancio, secondo quanto ha dichiarato Poletti, presenterà delle novità positive. La prima di queste riguarderebbe la decisione del Governo di sostenere l’occupazione giovanile attraverso la riduzione strutturale del costo del lavoro solo per chi assume con contratti a tempo indeterminato. È quanto noi chiedevamo, al fine di correggere l’errore commesso con il Jobs Act quando nel 2015 si adottarono incentivi-spot che hanno drogato il mercato del lavoro. Lo slogan ‘il lavoro stabile deve costare meno di quello flessibile’ è stato al centro delle politiche del Governo Prodi contenute nel Protocollo del 2007 firmato con le parti sociali. Siamo contenti che torni di attualità”. Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera. “Ci aspettiamo altre correzioni al Jobs Act – prosegue – per quanto riguarda la normativa sui licenziamenti collettivi e su quelli disciplinari. Oggi licenziare è troppo facile e poco costoso tant’è che ci troviamo, in casi come quello della Ericsson, di fronte a una multinazionale svedese che pratica in Italia licenziamenti collettivi, pur facendo utili, si rifiuta di sedersi a un tavolo di confronto con sindacati e Governo e di concedere la cassa integrazione ai lavoratori”. “Non è solo il caso di miopia e di avidità di una azienda, ma di regole che vanno cambiate per ristabilire un giusto equilibrio tra lavoratori e imprese”, conclude. (ANSA).