INCIDENTI SUL LAVORO: DAMIANO, “NON C’È CULTURA DELLA SICUREZZA” 

(ANSA) – SIENA, 9 OTT – “Alla ripresa della produzione che come ci dice l’Istat è stata dell’1,5%, corrisponde un aumento delle morti e degli infortuni su lavoro. Questo vuol dire che la cultura della sicurezza intesa come investimento e prevenzione non è passata”. A dirlo il presidente della commissione Lavoro della Camera Cesare Damiano a margine del convegno ‘Qualità in medicina del lavoro’ in corso a Siena. “C’è un problema di cambio di mentalità – ha aggiunto – ci vuole una battaglia politico culturale contro l’attuale forma di capitalismo aggressivo e degenerato che si basa su una concorrenza al massimo ribasso e su una concorrenza malata”. “L’ultimo esempio in ordine di tempo – ha spiegato – è quello degli appalti per il piano urbanistico nel Comune di Catanzaro in cui il compenso per architetti e ingegneri è classificato a un euro. Se arriviamo alla logica del lavoro gratuito cosa possiamo pensare della sicurezza sul lavoro”. (ANSA)