BEKAERT, DAMIANO: “PROIETTARE VERTENZA A LIVELLO NAZIONALE”

(9Colonne) Roma, 10 ago – “L’incontro del vicepremier Di Maio con i lavoratori in lotta della Bekaert, è l’occasione per proiettare questa vertenza aziendale a livello nazionale”. Lo dichiara Cesare Damiano, del Partito Democratico. “Occorre ricordare – continua – che la Pirelli ha ceduto nel 2013, alla multinazionale belga, la produzione della cordicella metallica per pneumatici garantendo, al tempo stesso, l’acquisto di questa produzione realizzata nello stabilimento di Figline fino al 2020. Questo accordo commerciale rende ancora più odiosa la decisione della multinazionale di dismettere, senza alcuna ragione oggettiva e produttiva, la propria attività mettendo a rischio 318 posti di lavoro. Sarebbe dunque fondamentale che la Pirelli garantisse la continuità di acquisto di questo prodotto per pneumatici solo a condizione che si tratti di quello realizzato nello stabilimento toscano. Questo è un punto da chiarire perché ne va di mezzo il destino di alcune centinaia di famiglie”. “Inoltre, va rapidamente promossa una azione legislativa, anche attraverso un Decreto, che preveda l’utilizzo della cassa integrazione in caso di cessazione di attività, almeno per un anno. Questo consentirebbe a molte situazioni di crisi di poter predisporre piani di reindustrializzazione, che richiedono tempo, utilizzando il Fondo di 200 milioni di euro appositamente costituito dal ministro Calenda nella passata legislatura”, conclude.