PD: DAMIANO, “OK SEPARAZIONE TRA SEGRETARIO E CANDIDATO PREMIER”

Roma, 10 ott. (AdnKronos) – ”Buone notizie da Martina: si va, nella discussione dello statuto del Pd, nella direzione di separare il ruolo di segretario da quello di candidato premier”. Lo dichiara Cesare Damiano, dirigente del Pd, a proposito delle parole del segretario Maurizio Martina sul partito. ”È giunto il tempo, finalmente – continua – di avere un segretario a tempo pieno. Ci siamo accorti che non esiste più il bipolarismo e che la ‘vocazione maggioritaria’ è diventata un reperto archeologico”.
“La scelta della separazione dei ruoli, che mi auguro diventi concreta, l’abbiamo sostenuta in tanti da parecchio tempo. Spero che sia un primo colpo a uno statuto del Pd che, non solo fa acqua da tutte le parti, ma che non ha neanche contemplato nei suoi vari articoli il congresso nazionale (la parola congresso compare all’articolo 46: congressi provinciali e di circolo) e che riduce il confronto interno essenzialmente alla conta finale ai gazebo”.
Anche sul capitolo delle regole democratiche occorrerà andare, in vista del prossimo congresso, in direzione di una vera discontinuità che riconsegni il Pd agli iscritti e che superi la mitologia del ‘partito leggero’. Torniamo, finalmente, a parlare di partito solido e radicato”, conclude Damiano. (Pol/AdnKronos)