SALARIO MINIMO: DAMIANO, “PROPOSTA DI MAIO DESTABILIZZA SISTEMA CONTRATTUALE”

Roma, 9 mag. (AdnKronos) – “La proposta del Pd sul salario minimo, presentata questa mattina da Zingaretti, difende e consolida la contrattazione. Infatti, propone di istituire il salario di legge prendendo a riferimento i minimi tabellari dei contratti collettivi nazionali di categoria stipulati dalle organizzazioni maggiormente rappresentative. I minimi tabellari non possono essere uguali per tutti, ma devono essere differenziati categoria per categoria”. Lo dichiara Cesare Damiano, dirigente del Pd, a proposito della proposta di legge sul salario minimo presentata oggi al Senato dal segretario del Pd, Nicola Zingaretti. “Non a caso – continua – nella proposta del Pd la fissazione di una cifra viene affidata ad una Commissione composta dalle parti sociali: cifra destinata esclusivamente e transitoriamente a quei lavoratori, come i rider, che non hanno ancora un contratto nazionale di riferimento”. “La cifra di 9 euro va superata perché contraddittoria con l’autonomia negoziale delle parti sociali e perché, soprattutto, destabilizzerebbe il sistema contrattuale”, conclude Damiano. (Stg/AdnKronos)