Jobs act: Damiano, buona notizia accordo Governo-Regioni

(ANSA) – ROMA, 30 LUG – “E’ una buona notizia per il Jobs act l’accordo-quadro raggiunto tra Governo e Regioni in materia di politiche attive del lavoro”. Lo dichiara Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro della Camera.
“Questa collaborazione istituzionale – spiega Damiano - inserita in una fase di transizione, costituisce la base per far si’ che le politiche di ricollocazione dei lavoratori diventino uno strumento decisivo del nuovo mercato del lavoro”. “Al tempo stesso – continua Damiano - l’individuazione delle risorse necessarie a rafforzare i Centri per l’impiego, garantendo la stabilita’ occupazionale di tutti gli operatori, rappresenta una certezza di continuita’ e di qualita’ del servizio volto all’incontro tra domanda e offerta di lavoro”, conclude Cesare Damiano.
(ANSA).

DEL
30-LUG-15 20:38 NNNN





Scioperi: Damiano, ok Alesse, serve legge su rappresentativita’

(V. “Scioperi: Alesse, si’ a nuove regole…” delle 8.32) (ANSA) – ROMA, 27 LUG – “Dobbiamo raccogliere la richiesta del Presidente della Commissione di Garanzia sugli scioperi, Roberto Alesse, di introdurre al piu’ presto, per legge, un criterio per la verifica della rappresentativita’ dei sindacati”.
Lo dichiara Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro della Camera.
“Non e’ possibile – spiega Damiano - che, in settori strategici come quello dei trasporti, piccoli sindacati di mestiere possano bloccare a turno il servizio prendendo in ostaggio gli utenti e danneggiare la credibilita’ e l’economia del Paese. La via maestra per affrontare il problema e’ aprire un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali e portare avanti le proposte di legge che regolamentano la rappresentativita’ dei sindacati”. “La Commissione Lavoro della Camera – continua Damiano - ha gia’ incardinato alcune proposte sulla materia, a partire da quella del Pd di cui sono primo firmatario insieme all’onorevole Gnecchi: nei prossimi giorni potremo proseguirne l’esame a partire dagli articoli che riguardano la certificazione della rappresentativita’ e la validazione, con il 50% piu’ uno, degli accordi”. “Quest’ultimo criterio potrebbe essere trasferito al diritto alla proclamazione degli scioperi che, come ha suggerito il ministro Del Rio, potrebbe essere riservato ai sindacati che rappresentano il 50% piu’ uno dei lavoratori”, conclude Cesare Damiano.(ANSA).

PAE
27-LUG-15 18:16 NNNN