Pensioni: Damiano, reversibilita’ sparisca dalla delega

Pensioni: Damiano, reversibilita’ sparisca dalla delega ‘Non si finanzi la lotta alla poverta’ con soldi delle pensioni’ (ANSA) – ROMA, 16 FEB – “Le pensioni non possono essere una specie di pozzo di San Patrizio del governo. Renzi e Poletti sanno benissimo che prima o poi bisognera’ affrontare il tema della flessibilita’ in uscita. In ogni caso i fondi devono rimanere li'”. Intervistato da Stampa e Manifesto, il presidente della commissione Lavoro della Camera Cesare Damiano fa una richiesta precisa: “Si cancelli dalla delega ogni riferimento alla previdenza e se ne discuta in Parlamento riga per riga. Per quanto mi riguarda sono contrario a finanziare la lotta alla poverta’ con i soldi delle pensioni”. “Si tratta semplicemente di cancellare dall’articolo 1, comma 1, lettera B, le seguenti parole: ‘nonche’ di altre prestazioni anche di natura previdenziale’. Fatto questo, saremo assolutamente tranquilli”, dice Damiano. “Anche perche’, faccio notare, nella parte tecnica del provvedimento si precisa che le principali ‘prestazioni di natura assistenziale ovvero di natura previdenziale ma comunque sottoposte alla prova dei mezzi sono: assegno sociale, pensione di reversibilita’, integrazione al minimo, maggiorazione sociale del minimo, assegno per il nucleo con tre o piu’ figli minori’. Quindi e’ evidente – osserva – che nelle intenzioni c’e’ quella di agire anche sulle pensioni di reversibilita’: se c’e’ questo equivoco, si deve dissipare”.(ANSA).