Italpress, Tg Lavoro&Welfare. Legge di bilancio 2025: inizia il percorso di rientro del deficit pubblico

In primo piano

Sull’online dell’Agenzia Italpress, l’edizione dell’18 luglio del Tg Lavoro&Welfare.

In questo numero: manovra 2025, sentiero stretto per i conti pubblici; lavoro nero e caporalato, giro d’affari da 68 miliardi; in estate cuochi e camerieri profili più ricercati.
 
 
 
Clicca per seguire il tg sul sito web Italpress
 







Utilizzo dell’IA per la sicurezza sul lavoro. Alle imprese serve uno sforzo culturale

In primo piano

Il mio editoriale, pubblicato il 28 giugno, su Ipsoa Professionalità Quotidiana

 

L’intelligenza artificiale potrà avere effetti consistenti sul mondo del lavoro, in particolare in alcuni settori produttivi. Lo afferma la relazione annuale della Banca d’Italia, presentata il 31 maggio 2024. Ma dobbiamo impegnarci anche perché l’utilizzo l’IA diventi fattore di crescita della sicurezza nei luoghi di lavoro. Ecco perché l’intelligenza artificiale dovrebbe diventare oggetto di specifiche iniziative di politica industriale. Si devono aiutare le imprese a compiere uno sforzo culturale in questa direzione. Del resto, l’Unione europea ha agito con forza con l’IA Act per regolamentare la sicurezza e la trasparenza delle applicazioni diffuse sul mercato europeo o che possono essere utilizzate da persone situate nell’UE. In definitiva, si deve agire perché l’IA entri a far parte della cassetta degli attrezzi della democrazia!

 

CONTINUA A LEGGERE SU IPSOA.IT

 
 


Lavoro&Welfare. Report Cassa Integrazione Guadagni: c’è una forte crescita in maggio. Accelera l’incremento sullo scorso anno

In primo piano

Questo Report di sintesi, prodotto dal Centro Studi di Lavoro&Welfare in collaborazione con Studio Labores di Cesare Damiano, presenta tutti i numeri, elaborati sui dati Inps, Istat e Ministero del Lavoro, della Cassa Integrazione nel mese di maggio del 2024 e Focus sull’Indice Hcob Pmi e sulla Cig straordinaria per settori tra 2012 e 2024.
 
Vai al Report




I numeri dell’occupazione: l’Italia è lontana dall’Europa

In primo piano

Occupazione: il punto su Europa e Italia. Aggiornato a dicembre 2023. Questo Report del Centro Studi di Lavoro&welfare e di Studio Labores presenta analisi ed elaborazioni, su dati Eurostat, Inps, Istat, Ministero del lavoro, aggiornati a dicembre del 2023, sull’andamento dell’occupazione in Europa e in Italia. A cura di Bruno Anastasia. Introduzione di Cesare Damiano.
 
Vai al Report


È nato sanitacomplementare.it

In primo piano

Nella situazione attuale, salvaguardare la Sanità universale, una grande conquista sociale del nostro Paese, con il supporto di quella integrativa è un obiettivo essenziale.

Per questo abbiamo dato vita a sanitacomplementare.it, la piattaforma creata dall’Associazione Lavoro&Welfare, da Studio Labores di Cesare Damiano e dallo Studio Attuariale De Angelis Savelli e Associati.

Sanitacomplementare.it è uno spazio di studio, analisi e confronto che dà la parola a Istituzioni, Casse previdenziali, Fondi contrattuali, Parti Istitutive, Assicurazioni, Gestori finanziari e  accademici, protagonisti di questo processo critico per il futuro del Paese.

L’obiettivo della nostra iniziativa è creare il luogo in cui sviluppare il dibattito sullo sviluppo sostenibile della tutela della salute, affrontando temi cruciali come la sanità integrativa, la non-autosufficienza, la telemedicina, la Long Term Care. Sul sito trovate già, in video, tutti gli interventi al Convegno “Long Term Care: sviluppo e sostenibilità” del 17 luglio 2023 e i primi quattro numeri della rivista “Sanità Complementare” da scaricare gratuitamente.

 

VAI AL SITO

 

Come cambia il lavoro nell’era del Covid

In primo piano

Quarta indagine sul lavoro che cambia, edizione 2021. Realizzata da Lavoro&Welfare, dall’Unità di ricerca LO – Lavoro e organizzazioni del Dipartimento di Scienze sociali ed economiche dell’Università di Roma, Assolavoro e Uil. Arcadia Edizioni.

 
Dall’introduzione di Cesare Damiano:
Il sentimento principale che emergeva [nella terza edizione della ricerca] due anni fa era quello di una insicurezza diffusa tra i lavoratori, che essi fossero dipendenti o autonomi. I punti fermi dell’era del grande sviluppo post-bellico sono stati spazzati da tempo.
E nel nuovo passaggio storico – fotografato in questa ricerca – ci sono
le evidenti conseguenze dell’ondata di pandemia che si è abbattuta sul tessuto produttivo, sui suoi processi e, in ultima analisi, sul mondo del lavoro.
Si pensi solo ai processi di lavoro a distanza che si sono dovuti accendere in un lasso di tempo drammaticamente breve. Dal che deve, in tempi brevi,
scaturire un nuovo confronto tra Stato e parti sociali che devono intervenire
sul punto critico della regolazione di questa nuova messe di processi.
Se, da una parte, il sentimento di insicurezza tende, perciò, a crescere
con forza, possiamo constatare anche una ritrovata fiducia nelle organizzazioni
di rappresentanza che emergono, con nuovo vigore, dalla stagione,
che appare esaurirsi, della disintermediazione. Come sempre accade, da una
crisi, emergono anche opportunità: quella offerta agli attori della rappresentanza
è grande perché possono tornare ad essere motori di quella coesione
sociale che è la necessità più critica in questo passaggio storico.”
 
Scarica gratuitamente il volume nel formato che preferisci:
 
Clicca per scaricare il volume in Pdf
 
Clicca per scaricare l’eBook in formato epub
 
Clicca per scaricare l’eBook in formato mobi