CORONAVIRUS: DAMIANO, “MISURE COLF-BADANTI O LICENZIAMENTI”

Roma, 6 apr. (Adnkronos) – “Piano piano il Governo sta intervenendo sulle situazioni rimaste finora più in ombra. Siamo contenti di essere stati ascoltati, insieme a tutti quelli che hanno sollevato lo stesso problema, sul lavoro interinale, con il suo inserimento nei codici Ateco che consentono di lavorare, quando si tratta di avviare al lavoro gli addetti collegati alle attività essenziali, come la sanità o la logistica.” Lo dichiara Cesare Damiano del Pd. “Così come è importante – continua – che si stia esaminando il dossier dei collaboratori dello sport, sui quali (non le star delle serie A) eravamo intervenuti nei giorni scorsi, e per i quali si sta prevedendo una prima soluzione di tutela, cioè l’ormai famoso bonus di 600 euro. Oggi, inoltre, si è tenuto un incontro tra il ministro Catalfo e le associazioni sindacali che rappresentano colf e badanti. Al termine, si è registrata una positiva disponibilità del ministro, ma sarebbe necessaria una risposta urgente perché le famiglie non sanno che pesci pigliare per il mese di aprile e sono in sofferenza per quello di marzo.”
“Non dividiamoci sulle misure tra chi preferisce i 600 euro e chi la Cassa integrazione in deroga, o altro ancora: facciamo prevaler il buonsenso prendendo una decisione che sia retroattiva, se vogliamo impedire che le famiglie siano costrette a licenziare colf e badanti che non possono e non devono prestare la loro attività per via della quarantena”, conclude. (Mon/Adnkronos)