PA, DAMIANO-MERCANTI: “BENE APERTURA DADONE SU PROROGA GRADUATORIE”

(9Colonne) Roma, 1 ott – “Nella giornata di ieri si è concretizzata la scelta scellerata operata dall’ex ministro per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, di far scadere le graduatorie di concorso approvate negli anni 2010-2014.” Lo dichiarano Cesare Damiano, dirigente del Partito Democratico, e Alessio Mercanti, Presidente del Comitato XXVII Ottobre. “Una mannaia senza appello – continuano – fino a qualche tempo fa, ma che ha visto una improvvisa riapertura grazie al Governo giallorosso. Infatti, la nuova inquilina di Palazzo Vidoni, il Ministro Fabiana Dadone, pur ereditando una situazione al limite, ha deciso comunque di aprire al dialogo con il Comitato Nazionale XXVII Ottobre e di assumersi l’impegno di procedere, seppur con un intervento successivo, alla proroga delle graduatorie di concorso. Un impegno importante, che nasce in un momento di forte criticità organiche delle pubbliche amministrazioni. È ormai universalmente riconosciuta l’importanza di poter attingere risorse umane da un bacino di persone già selezionato, al fine di garantire i servizi ai cittadini/utenti”. “Da parte nostra vigileremo sull’iter parlamentare che accompagnerà il provvedimento di proroga, pronti, come sempre, a intervenire laddove necessario”, conclude. (red)



MANOVRA: DAMIANO, “CON TAGLIO CUNEO DARE 14ESIMA AI REDDITI BASSI”

(ANSA) – ROMA, 28 SET – “Questa volta il taglio del cuneo fiscale vada a vantaggio delle buste paga del ceto medio-basso del lavoro”. Lo dichiara Cesare Damiano, dirigente del Partito democratico, a proposito della legge di bilancio. “Al tempo del secondo governo Prodi realizzammo la quattordicesima per i pensionati con gli assegni fino a 700 euro mensili (oggi 1.000 euro), misura che resiste ancora. Adesso, a luglio, diamo una quattordicesima ai lavoratori (1.500 euro?). Paghe piu’ alte significano spinta a migliorare la produttivita’ e i consumi e crescita dell’economia”, conclude. (ANSA). MAT-COM 28-SET-19



PA, DAMIANO: “SERVIZI A RISCHIO SENZA PROROGA GRADUATORIE. DADONE HA TEMPO FINO AL 30 SETTEMBRE”

Roma, 26 set. (askanews) – “Il tempo sta finendo. Se la ministra per la Pubblica amministrazione, On. Fabiana Dadone, non procederà alla proroga della vigenza delle graduatorie di concorso in scadenza lunedì prossimo (30/09), ci troveremo davanti a uno degli scenari peggiori dopo quello emerso a seguito dell’approvazione della legge di Bilancio 2019, nella quale la ex Ministra Bongiorno sancì la fine della giusta aspirazione di migliaia di idonei”. Lo dichiara Cesare Damiano, dirigente del Partito democratico. “A rischio – continua – non sono solamente le aspettative di vita di tantissime persone, ma la tenuta stessa dei servizi pubblici che, grazie all’utilizzo di questo bacino di idonei, avrebbero tenuto botta rispetto all’esodo in uscita di personale pubblico”. “Pertanto, invitiamo nuovamente la ministra Dadone, e il Governo tutto, ad adottare celermente tutti gli strumenti legislativi e amministrativi idonei a salvaguardare la vigenza delle predette graduatorie”, conclude. Pol/Bac